martedì 7 dicembre 2010

Regione Lazio, prima notte sui ponteggi. "Basta precarietà, non molliamo"




Regione Lazio, prima notte sui ponteggi.
"Basta precarietà, non molliamo"


.
.


Stanno ancora sulle impalcature le cinque donne e i due uomini rimasti sul palazzo di via Colombo dopo il blitz di ieri insieme a un centinaio di manifestanti per il lavoro e per la casa. "Non scenderemo finchè non parliamo con la presidente Polverini"

Stanno ancora sui ponteggi dopo la loro prima notte all'11° piano dei ponteggi dell'impalcatura sull'edificio della Regione Lazio. Cinque donne e due uomini, che hanno dormito a turno, alternandosi per due o tre ore ciascuno in due sacchi a pelo, riparandosi dalla pioggia e dal freddo con un grosso telo e degli impermeabili. Continua a oltranza la Roma la protesta dei precari alla Regione Lazio, che ieri ha provocato momenti di tensione e di scontro con le forze dell'ordine (FOTO)  con 17 denunce e 12 feriti, fra i due fronti. Ieri i manifestanti erano saliti sul tetto dell'edificio per poi spostarsi su un'impalcatura, dove sette di essi si trovano ancora adesso. "Non molliamo" fanno sapere al telefono, spiegano di voler rimanere ad oltranza in quella postazione, almeno fino a quando non incontreranno la presidente della giunta Renata Polverini. Intanto, all'ingresso del palazzo c'è un presidio di una ventina di persone.

Hanno mangiato dei panini e un po' di frutta calando una corda alla quale dalla strada sono state legate delle buste con dentro cibo e sigarette. Stamattina per loro è arrivata anche la colazione e il giornale.

"La Polverini  (VIDEO) non ha fatto nessuna offerta non ci ha mai incontrato" dice un precario sull'impalcatura, che stamattina ha letto attentamente i giornali, per capire l'eco mediatica della sua protesta. "Stiamo chiedendo lavoro e l'uscita dalla precarietà. La nostra - prosegue - non è violenza e da qui non ci muoviamo".

Giù in strada, al presidio, durante la notte, sono stati accesi dei falò; ci sono anche bidoni e gazebo, mentre fra la notte scorsa e stamattina diverse persone hanno portato cibo e bevande ai manifestanti in segno di solidarietà. Alcuni hanno dormito a turno in auto.

 Sempre sotto l'occhio vigile delle forze dell'ordine, che presidiano il palazzo.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/12/07/news/protesta_casa_notte_sul_tetto_della_regione-9911393/






BachecaWeb





.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari