loading...

sabato 9 aprile 2011

VODAFONE SCARICA 341 TECNICI






VODAFONE SCARICA 341 TECNICI
DOPO ANNI DI ONORATO SERVIZIO
- LETTERA AI VERTICI

. Ricarica GP .


 
Di seguito una mail inviata da una delle 341 persone che saranno esternalizzate in Vodafone !!! Salve Sig.ri Colao, Bertoluzzo, Ripepi, Bellini, Rocchio e Montanari (scusate ma oggi non me la sento di darvi falsamente del tu) scusate se rubo pochi seco...ndi alla vostra frenetica e impegnativa giornata lavorativa, non vi preoccupate tanto non succederà piu', sono uno dei 341 codici o matricole se preferite, di cui vi siete liberati, scrollati dalle spalle, eliminati dalla vostra "cara azienda".

 Quante parole in questi anni, quanti slogan avete coniato per farci sentire parte integrante e trainante della "vostra" azienda e "nostra" famiglia, quanti elogi, quanti sacrifici ci avete chiesto, quante asticelle da superare, quanti traguardi da raggiungere, sempre piu' performanti, piu' alti, piu' "scoppianti", e' vero potreste obiettare che erano traguardi ben remunerati, ma credetemi se vi dico che non era la vil moneta che ci spingeva nel raggiungerli (quella sicuramente ingolosisce voi e i vostri cari azionisti che non si accontentano e mai si accontenteranno di essere solo e semplicemente i primi e i piu' ricchi), ma era la soddisfazione di sentirsi i migliori, i piu' vicini, attenti alle richieste dei clienti, dei NOSTRI clienti. Ripeto NOSTRI, perche' eravamo noi sul campo a sentire le loro lamentele, a prendere i loro schiaffi, sputi, sorrisi, improperi, complimenti, a sedare le loro paure, le loro ansie per le "onde", eravamo noi sui siti sotto la neve, sotto il sole, al passaggio del millennio, sotto I diluvi universali, subito dopo I terremoti, dopo gli straripamenti, eravamo noi a buttare a monte per l'estrema abnegazione matrimoni e fidanzamenti, eravamo noi a stare al freddo per poi arrivare nei siti a 40 gradi (Sig. Rocchio quanto ha risparmiato con quella genialata, quanto avra' guadagnato agli occhi dei suoi azionisti con quel risparmio generato) eravamo noi cui chiedevate pochi mesi fa (si ricorda sig. Ripepi) di generare un "GAP" sulle nostre rivali, eravamo sempre noi cui dicevate che eravamo il vostro fiore all'occhiello, peccato che non ci avevate mai detto che quel fiore si sarebbe appassito e quindi sarebbe stato presto reciso. Vedo in queste ore negli occhi dei miei colleghi vari sentimenti, vedo rabbia, odio, tristezza e ansia, lontanissimi da quello che vedo negli occhi miei e degli stessi miei colleghi in una foto di 15 anni fa, fiducia nel futuro, passione, forza, felicita' di vivere in un ambiente che ti apprezzava o che sembrava fartelo credere, in me non ci sono questi sentimenti, ma solo tanta amarezza.

 Ora lasciamoci cosi, cedeteci pure noi non ci sentiamo piu' parte integrante di questa societa' difolli "utili" che non fanno battere il cuore e tenetevi Totti e Ilary con il loro milionario cachet (forsequello che date a loro due e' piu' di quello che andrete a risparmiare cedendoci) e consentitemidi fare le mie scuse ai miei figli che tante volte ho lasciato a casa con la febbre per andarea rialzare uno stotz, a portare un gruppo elettrogeno su un sito in batteria, a riprendere per Icapelli un settore down, a salire su un traliccio per togliere due gocce d'acqua da una finestra dipressurizzazione; a mia moglie per le notti in cui l'ho svegliata ripetutamente con gli innumerevolibip dei messaggini degli allarmi, di averla lasciata sola molti Natale e Pasqua e a me stesso perle volte in cui ho messo erroneamente la mia vita in pericolo per entrare o per raggiungere unsito, per le volte in cui mi sono sentito indispensabile, per le volte in cui mi sono sentito padronedella Vodafone, per le volte in cui sono andato su siti pericolosi senza la vigilanza, per le volte incui sono stato al lavoro con la febbre, per le volte in cui sono andato sui tralicci e sui pali da solocome un incosciente, credetemi non era per la vil moneta, ma era solo per AMORE!   Uno e tutti i 341.  
Di: Gianfranco Paoli

.
. .

2 commenti:

  1. Bologna, plenaria , arena teatro del sole : un gruppo di colleghi del call centre di Bologna si e’ presentato alla plenaria, presenziando con il lutto al braccio per solidarieta’ verso I colleghi della rete esternalizzati


    Uno di noi dipendenti vodafone, futuro possibile esternalizzato, e’ intervenuto davanti ai colleghi a ai capi in questo modo :

    Due parole per far notare la nostra fascia a lutto. . per dire che qualcuno è qui per testimoniare che questo evento é anche un lutto. Il lutto per la morte di una realtà che é di una intera società ma che si ripropone nella realtà dell' azienda, la morte di una realtà, il fatto che ognuno ha ancora nel mondo e qui nell' azienda il suo ruolo indispensabile, ma non é più un ruolo riconosciuto indispensabile, é solo usato come si usano le cose. Ogni tassello di un mosaico è unico, potete toglierne qualcuno sostituirlo con un'altro che costa meno magari , ma non sarà lo stesso mosaico che era prima, da lontano sembrerà lo stesso ma no n é così. . col tempo le persone avvicinandosi al mosaico vedranno che l'immagine che da lontano sembrava in un modo da vicino rende visibile buchi e tasselli che si scollano scoloriscono cadono, vorrei comunicare che è un rischio che si corre per l'intero mosaico, se non si punta e si riconosce il valore di ogni singolo tassello ma si usano i tasselli per dare una immagine da lontano perfetta ma non vera .I tasselli, che siamo ciascuno di noi dipendenti, ciascuno nel ruolo che ha nell'azienda, dal più piccolo al più grande, é riconoscendo il valore umano che hanno questi tasselli, é così che si ottiene una immagine all'esterno vera e di successo. Se no è solo una apparenza quella che si mostra, che rischia di non essere recepita affidabile dall' esterno,quei clienti per cui vodafone esiste e fa utili. magari non subito, ma col tempo, le persone si disaffezionano sempre di chi ha mostrato lucciole per lanterne

    RispondiElimina

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari