lunedì 5 novembre 2012

Alcoa spenta



Spente le ultime due celle dello stabilimento sardo. In Italia non si produce ufficialmente più l'alluminio. 
 
L'amarezza dei lavoratori: "Continueremo la lotta".

Sono state spente le due ultime celle dell'Alcoa, lo stabilimento di Portovesme, in Sardegna, che produce alluminio. L'ultimo in Italia. Con lo spegnimento della cella 1.124 e 1.126 si è anche spento il sogno dei circa 500 lavoratori rimasti di vedere l'azienda andare avanti. Tutti si erano impegnati per trovare una soluzione, gli operai avevano proposto piani alternativi giudicati impraticabili. Intanto lo stabilimento si è fermato, e i lavoratori sanno che ora farlo ripartire sarà cento volte più difficile, nonostante il ministero dello Sviluppo Economico Corrado Passera abbia assicurato di voler curare con particolare attenzione la filiera dell'alluminio.

''Con il cuore a pezzi e dopo 22 anni di lavoro posso dire che oggi abbiamo perso il lavoro'', dice Andrea Cacciarru, tecnico e delegato sindacale della Rsu. "Ironia della sorte - commenta Daniela Piras, segretaria della Uilm del Sulcis - la morte della fabbrica cade proprio nel giorno della celebrazione dei defunti. I lavoratori sono in lutto ma la protesta non si ferma''. Di proteste ce ne sono state tantissime, a Cagliari come a Roma, fino alla decisione di arrampicarsi a 60 metri di altezza con lo striscione "Pronti a tutto".

L'azienda nasce circa 40 anni fa. Creatura delle Partecipazioni Statali nel 1996 viene venduta alla multinazionale Alcoa, che ha deciso di chiudere lo stabilimento italiano anche in seguito alla crisi economica internazionale e dell'innalzamento dei prezzi energetici, e nonostante la produzione dell'alluminio continui a dare buoni risultati.

La chiusura dello stabilimento è ovviamente anche una brutta botta per la Sardegna, che perde un altro pezzo di produttività e di possibilità di occupazione.

I lavoratori di Alcoa dovevano essere in piazza il 6 novembre, ma non è stata concessa piazza Montecitorio, e quindi la manifestazione è stata rimandata.-


.
 .
 .

-

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari