sabato 19 aprile 2014

Svizzera : Cercasi Lavoratori Disperatamente


Svizzera, cercasi lavoratori disperatamente

Se in Italia la disoccupazione continua ad aumentare, 
nella vicina Svizzera le imprese cercano personale disperatamente.

 Lo dimostra tra l’altro l’indice Adecco, cresciuto del 10% nel primo trimestre a 118 punti, un dato record. Rispetto a un anno fa l'Adecco Job Market Index, elaborato con l’università di Zurigo, fa registrare una crescita del 21%. Le offerte di impiego sono aumentate in tutte le regioni e per tutte le professioni. Secondo gli esperti, l'evoluzione è troppo marcata per essere dovuta solo all'abituale ripresa primaverile. Il balzo nel primo trimestre dell'anno è stato particolarmente marcato nella Svizzera centrale (+24%) e nel Nordovest (+18%) del paese. Più moderata l'evoluzione nella regione di Zurigo (+8%), nella Svizzera orientale (+7%) e sull'arco lemanico (+6%). Il Ticino non è stato considerato nell'inchiesta. La ricerca di manodopera è particolarmente forte nel settore alberghiero e della ristorazione (+20%), così come per le professioni d'ufficio e amministrative (+19%). Anche la domanda per quadri e dirigenti è aumentata in modo deciso (+18%).

Nuove norme sull’immigrazione, il timore delle imprese elvetiche. Circa la metà delle aziende svizzere teme conseguenze negative in relazione all'iniziativa sull'immigrazione di massa: lo sostiene un sondaggio condotto dagli economisti di Ubs su 385 società. Le imprese elvetiche temono che, con un contingentamento dei lavoratori stranieri, dovranno far fronte a maggiori difficoltà nel trovare personale qualificato, ciò che spingerà verso l'alto i salari.

Per i ricercatori di Ubs il problema della carenza di manodopera potrebbe aggravarsi già nei prossimi anni, a seconda di come verrà configurato il futuro regime dell'immigrazione. Una soluzione potrebbe essere aumentare la partecipazione al mondo del lavoro da parte delle donne e delle persone più anziane. Nella definizione dei contingenti sarà imperativo tenere conto delle forti disparità regionali. In termini assoluti, l'immigrazione si concentra per il 45% nei cantoni Zurigo, Ginevra e Vaud.

Le zone di confine, inoltre, sono fortemente dipendenti dai frontalieri: nel Giura e in Ticino quasi tutti i nuovi posti di lavoro creati sono stati occupati da personale residente all'estero. Ma anche a Ginevra quasi la metà dei nuovi impieghi è stata affidata a frontalieri. Visto che l'attuazione della nuova normativa sull'immigrazione produrrà i primi effetti significativi solo tra due o tre anni, gli economisti di Ubs rimangono però ottimisti sull'andamento congiunturale a breve termine. Per quest'anno è attesa una crescita economica del 2,1%, che salirà al 2,4% nel 2015.

.
.
ECCO IL PORTALE PER IL LAVORO CREATIVO


E' POSSIBILE INSERIRE IL PROPRIO ANNUNCIO
CON FOTO E VIDEO  
CURRICULUM VITAE
CONTATTO 
LINK AL PROPRIO SITO O BLOG

.



.



PREVISIONI 2015

.
 GUARDA ANCHE
LA NOSTRA APP
http://mundimago.org/le_imago.html
.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari