loading...

lunedì 16 aprile 2018

Riforma Pensioni : Uscita a 60 anni, stop ADV e Privilegi



Le ultime novità sulla riforma pensioni 2018

 in questo clima di incertezza politica ruotano intorno ai

desiderata dei lavoratori e agli appelli al prossimo Governo, qualunque esso sia. Le persone si

aspettano una radicale riforma della Legge Fornero, sebbene recentemente Boeri durante Mezz’ora in più, la trasmissione di Rai 3,
abbia ribadito con forza che la totale abolizione della stessa sarebbe un

errore. Bisognerebbe piuttosto insistere, ha detto convinto, sull’abolizione dei privilegi: “uniformando le

pensioni dei parlamentari a quelle dei normali cittadini si potrebbero ottenere risparmi per 150 milioni di euro”.

Ecco le richieste dei cittadini al Governo che siederà alla guida del Paese

Riforma pensioni, ultime oggi: quali priorità per i cittadini?
Tra le richieste maggiori sui social, in ogni gruppo, si legge: Maggiore equità nei trattamenti

previdenziali, la nona ed ultima salvaguardia per gli esodati, la possibilità di poter uscire

anticipatamente dal mondo del lavoro, anche pagando pegno, le donne in primis che chiedono

l’estensione dell’opzione donna .

Vi è poi chi ribadisce con forza la necessità di stoppare il meccanismo

ancorato all’aspettativa di vita che porta ad incrementare nel tempo l’età di uscita alla pensione e chi

chiede, in ultimo, di poter uscire a 60 anni o con 40 anni di contributi. Questi ultimi sono coloro che

ancora ambiscono nella quota 100 senza paletti, ossia come somma tra età anagrafica e contributiva.

Le conferme di queste tendenze giungono quotidianamente sui social, l’ultimo sondaggio è stato

lanciato un’ora fa da Mauro D’Achille, amministratore del gruppo  pensioni e lavoro: Problemi e

soluzioni, ecco la sua domanda e le prime risposte.

Pensioni 2018, al Governo chiederei che:
D’Achille si rivolge a quanti spesso leggono ma non commentano e non esternano le proprie idee,

chiedendo anche a loro di essere propositivi e fare proposte al nuovo Governo: “Dico a te, che leggi


quasi sempre e non scrivi quasi mai:
Se tu, proprio tu, avessi l’opportunità di esporre ad un politico di vertice una tua proposta, quale

faresti?”. In pochi minuti sono già emerse risposte interessanti:

-Silvano scrive: ” La prima cosa che chiederei è eliminare da subito l’ Aspettativa di Vita È ingiusto

che sia calcolato senza tener conto della tipologia di lavoro svolto,

un lavoratore che ha fatto un lavoro usurante non

può avere la stessa aspettativa di un impiegato dirigente politico”

-Tommaso aggiunge: “Prorogare Ape social e semplificare la burocrazia, oltre a proseguire sulla

separazione fra assistenza e previdenza, ma ce ne sarebbero tante” poi , precisa: “Evidenziare

soprattutto il ruolo delle donne e mamme che crescono i figli piccoli e assistono gli anziani, visto che

ricadono economicamente sulle famiglie e spesso si sacrificano e risultano avere meno contributi,

garantire qualche anno in meno per poter andare in pensione

-Alessandra: “Flessibilità in uscita a 60 anni.Pensione in base ai contributi versati”

-Sereno: “proporrei l’ uscita dal lavoro volontaria , libera , autonoma con quattro fasce d’ uscita :

40- 41- 42 -43.di contributi versati.Al giorno d’oggi si predica molto x la libertà della persona e si

fanno discriminazioni così grandi come la legge Fornero ??

-Nicletta: “Flessibilità in uscita per tutti”

Stop adv: richiesta che va per la maggiore
Sebbene lo si sappia da tempo che lo stop dell’adv è una delle richieste che va per la maggiore, in

pochi minuti, da questo sondaggio, ne abbiamo la conferma:

– Michele: “Innanzitutto stop adv”

-Daniela: “separazione tra previdenza ed assistenza!

E poi, prima cosa, togliere aumento per aspettativa di vita”

-Giorgio: “Separazione assistenza previdenza. Rivedere ADV. Rendere strutturale ape social,

riconoscimento lavoro di cura per le donne, rivedere le regole sui.precoci ( tempi biblici)”

-Vincenzo: 1) che un diritto non può essere solo riconosciuto

dalle disponibilità economiche del paese

2)che la migliore riforma delle pensioni è l’occupazione di tutti i disoccupati 3) che si finisca di fare

cassa sulle pensioni con riforme nel nome di salvaguardare i giovani

4)eliminare tutte quelle norme che

impongono lacci e laccioli per ritardare la pensione ,adv, lavori usuranti o meno usuranti, perchè

qualcuno mi deve spiegare perchè un impiegato pendolare che si alza alle 6 del mattino per andare a


lavorare e torna a casa alle 19.00 cosa è ?



LEGGI ANCHE
L’abolizione della riforma delle pensioni Fornero 
avrebbe un costo difficilmente sostenibile dal sistema
 previdenziale portando a 85 miliardi il debito pensionistico.
Sui vitalizi ha poi spiegato che non è una battaglia soltanto simbolica, ma che potrebbe consentire grandi risparmi, nell’ordine dei 150 milioni di euro l’anno che ...

http://cipiri5.blogspot.it/2018/04/pensioni-impossibile-abolire-la-fornero.html 


Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet e blog personalizzati
 a prezzi modici e ben indicizzati. 
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Mi diletto alla creazione di loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.

MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/


Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari