martedì 12 novembre 2013

PILOTI in CASSA INTEGRAZIONE LAVORAVANO per altre COMPAGNIE


15 PILOTI TRUFFAVANO LA CASSA INTEGRAZIONE (7MILA EURO AL MESE): LAVORAVANO PER ALTRE COMPAGNIE AEREE

Cassa integrazione da 7mila euro al mese ma lavoravano per altre compagnie aeree

La Finanza di Verona scopre 15 piloti e li denuncia per truffa C’era chi guadagnava 336 mila euro come comandante

VERONA – Erano tutti in cassa integrazione. I competenti Istituti Previdenziali gli corrispondevano circa settemila euro al mese, pari approssimativamente all’80 per cento della loro ultima retribuzione: nonostante tutto continuavano a lavorare presso altre compagnie aeree. La Guardia di Finanza di Verona ha smascherato 15 piloti aerei che, sebbene beneficiassero di consistenti trattamenti previdenziali dalla compagnia aerea di appartenenza, quali ad esempio la Cassa Integrazione Guadagni Straordinari, l’Indennità di mobilità e il trattamento previdenziale dello speciale Fondo Trasporto Aereo, hanno ben pensato di farsi assumere da altre compagnie non italiane, tutte con sede principale presso paesi del Medio e dell’Estremo Oriente, con retribuzioni mensili pari mediamente a circa ottomila euro.

Dopo i primi casi accertati nel corso del 2011, le Fiamme Gialle di Verona, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale hanno riscontrato ulteriori casi di piloti, tutti dipendenti di compagnie aree nazionali, indebiti percettori di trattamenti previdenziali. Tra il 2009 e il 2013 la truffa perpetrata ai danni dell’Inps ha permesso ai quindici soggetti di percepire indebitamente trattamenti previdenziali per circa 850.000 euro. L’indagine ha progressivamente comportato la denuncia dei 15 indebiti percettori alla competente Autorità Giudiziaria, interessando 8 Procure della Repubblica per le ipotesi di reato di indebita percezione di erogazione a danno dello Stato e di truffa ai danni dello Stato.

Fra questi il caso più eclatante è stato quello di un pilota che, per circa due anni, ha percepito la Cassa Integrazione da una compagnia aerea italiana per un totale di 175.000 euro e, contemporaneamente, ulteriori 161.000 euro da una compagnia aerea del Medio Oriente presso la quale era stato assunto in qualità di comandante.



.
.
.
leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO



.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E-BOOK

Post più popolari